Ma...in che senso? Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2014

Recensione • TONIO KRÖGER

Molto probabilmente una delle opere più autobiografiche dell'autore, e oserei dire quasi il compendio della sua poetica. Con Tonio Kröger (1903), Thomas Mann ha realizzato un capolavoro di cui poco si può ed è lecito dire, un breve romanzo da leggere, da sentire e nient'altro. 
Gli inquieti dolori del giovane Tonio, di madre dai sentimenti del sud e di padre dagli occhi nordici, aprono l' opera, offrendosi di far compagnia per tutto lo svolgersi della narrazione. Sì, perché dopotutto Tonio Kröger è un racconto di cui si apprezzerà molto l'organicità, il legame che tiene insieme tutto, un filo le cui estremità convergono nel Tonio/Thomas, colui che ama la vita ma alla quale è chiamato soltanto ad assistere attraverso le vetrate di una veranda... È un poeta. Un artista.